Ecosistema StartUp: Cosa ha fatto la Francia e cosa sta facendo oggi l’Italia

Startup-copertina

In Francia L'ecosistema StartUp Innovative è in piena corsa e quasi si affianca a Londra e Berlino, da sempre considerate una meta per la fondazione di nuove imprese innovative.

Nell'ambito dell'Ecosistema Startup, nonostante sia alle prese con la Brexit, la Gran Bretagna rimane ancora oggi una meta preferita dai giovani startupper, anche se negli ultimi anni si va affacciando alla ribalta internazionale un'altra realtà, altrettanto importante, come la Germania (altra meta preferita), cioè la Francia.

Il merito va sicuramente all'attuale governo francese, protagonista della messa in campo di incentivi finanziari e burocratici a favore dei giovani imprenditori digitali.

Già nel suo passato come Ministro dell'Economia, l'attuale Presidente Macròn, ha creato strade privilegiate per la realizzazione di imprese innovative nel territorio, ed oggi, in questi anni di governo, si è confermato pienamente come capo di un governo Pro – StartUp.

Ma andiamo anche a vedere i numeri di questa crescita: tra il 2014 ed il 2016, quando era Ministro dell'Economia, gli investimenti in StartUp erano cresciuti da 0,2 a 2,7 miliardi di euro (per la cronaca in Italia erano fermi a 200 milioni).

Il merito di questa crescita?

Uno dei motivi è sicuramente la velocità con la quale è possibile creare una StartUp: 4 giorni, contro i 5 della Gran Brretagna e gli 11 della Germania. Ma, ovviamente, non è questo il solo motivo.

Dal 2011 esiste in Francia l'Ambition Numerique Fund che è un fondo di Venture Capital supportato dalla Cassa Depositi e Prestiti francese e BPIFrance, che è una Banca Pubblica d'Investimento. Questa partnership, a fine 2018 aveva investito 205 milioni in 43 StartUp.

Ma alla luce di tutti questi risultati come si pone L'italia nei confronti del proprio ecosistema StartUp?

Solo negli ultimi mesi L'Italia sta cercando di emulare i cugini d'oltralpe per le politiche di sostegno alle StartUp.

Esiste P101SGR che è una società di Venure Capital specializzata in società innovative e technology driven. Si tratta di una società di proprietà di Andrea Di Camillo, fondata nel 2013, che ha fra i suoi investitori anche AZIMUT, Fondi Italiano di Investimento e European Investment Fund ed alcune fra le maggiori famiglie imprenditoriali.

P101 SGR gestisce attualmente due fondi:

  • Programma 101, lanciato nello stesso 2013, che annovera fra i suoi investimenti alcune società tecnologiche, al tempo in Early Stage, fra le quali ricordiamo Tannico, Cortilia, Milkman, etc.
  • Mentre il secondo fondo, Programma 102, è stato lanciato nel 2018, ed ha già realizzato 3 nuovi investimenti, con l'obiettivo di raccogliere 120 milioni di Euro.

Infine una curiosità: A cosa si riferisce il nome della società P101?

P101 è il nome del primo Personal Computer, progettato e realizzato da Olivetti, all'epoca riferimento italiano per l'Innovazione e la digitalizzazione; evidentemente un augurio per la nascita di realtà italiane che possano emulare l'illustre predecessore.

Se vuoi informazioni su come aprire e fare partire la tua StartUp,non hai che da contattarci a questo link, e verrai contatto direttamente da noi appena vediamo il tuo messaggio.

Marketing o non Marketing?…… Questo è il dilemma!
Lavoro: Quali sono le 10 aziende in cui gli italia...

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.accademix.it/