Il Coaching: l'importanza della sponsorship negativa o positiva con i talenti

Talenti

Il clima di lavoro e il management sono gli elementi fondamentali che orientano le scelte dei talenti: uno strumento molto utile in questi casi è il coaching, e una sua evoluzione: la sponsorship positiva.

Le persone sono il valore fondamentale dell'azienda: quando sono Talenti questo valore si moltiplica e cresce sempre di più. I talenti sono il tesoro delle risorse umane!

Oggi è sempre più importante per l'impresa attrarre e mantenere al suo interno i Talenti, le persone che saranno in grado di fornire valore all'azienda tramite le proprie abilità, competenze, attitudini, e proposte. 

Questi talenti hanno bisogno di sentirsi valorizzati per decidere se dedicarsi (oppure continuare a dedicarsi) alla crescita dell'azienda di cui fanno parte, o in cui stanno per entrare.

Robert Dilts definisce il coaching (nel suo significato più diffuso) come il processo di aiutare un'altra persona a performare al massimo le sue abilità

L'approccio del coaching deriva dal modello di training degli sport, a cui si aggiungono elementi di psicologia del lavoro per promuovere una consapevolezza cosciente di risorse, abilità e il loro sviluppo.

Il coaching riesce ad estrarre i punti di forza di un'altra persona attraverso un'osservazione attenta che fornisce feedback, facilitando i cambiamenti. Un bravo coach osserva il comportamento di una persona e restituisce ciò che ha visto per migliorare in contesti e situazioni specifiche.

Il Coaching enfatizza il cambio generativo concentrandosi su come definire e raggiungere obiettivi specifici.

Esiste un livello superiore di coaching che il leader coach (cioè il manager o il titolare d'impresa che sa mettere in pratica il coaching) può applicare quando incontra un talento e lo vuole fortemente come parte della sua impresa.

La crescita, la protezione e il cambiamento a livello di identità sono supportati da un tipo speciale di relazione di coaching chiamato sponsorship.

È il processo di riconoscimento e accettazione dell'essenza o dell'identità di un'altra persona.

La sponsorship positiva vede e protegge il potenziale degli altri focalizzandosi sullo sviluppo dell'identità e dei valori di base.

La sponsorship efficace risulta dall'impegno nel promuovere qualcosa che sta già dentro la persona o il gruppo, ma che non si è ancora manifestato in tutta la sua interezza e capacità.

Questo si ottiene inviando messaggi di sponsorship positiva che si possono riassumere così:

Tu esisti. Io ti vedo.

Tu hai valore.

Tu sei importante, speciale, unico.

Tu contribuisci in modo importante.

Tu sei il benvenuto.

Un buono sponsor deve creare un contesto in cui gli altri possano agire, crescere ed eccellere.

Il leader coach si comporta come sponsor positivo quando fornisce le condizioni, i contatti, le risorse che permettono al gruppo o all'individuo che è sponsorizzato di sviluppare e usare le proprie abilità e i propri mezzi.

Questo processo coinvolge la ricerca e la protezione di qualità fondamentali e potenziali all'interno degli altri e fornisce le condizioni, il supporto e le risorse che permettono al gruppo o all'individuo sponsorizzati di esprimere e sviluppare le loro attitudini e capacità al livello massimo.

Proprio dalle parole di Dilts apprendiamo cosa è importante comunicare al talento: la sponsorship positiva è indirizzata a promuovere l'identità unica di un individuo.

È anche possibile indirizzare su se stessi la propria sponsorship e imparare a promuovere e a proteggere le qualità fondamentali dentro di sé.

Purtroppo però spesso la sponsorship spesso non viene considerata come elemento importante nell'ambiente organizzativo.

È facile accorgersene quando si entra in una società dove non si pratica la sponsorship. 

L'importanza della sponsorizzazione e dei suoi messaggi può essere chiarita comparandola con i contesti in cui questa non esiste. In tali casi, invece c'è la sponsorizzazione negativa. La sponsorizzazione negativa è descrivibile come una sorta di virus del pensiero, che limita e interferisce con le nostre abilità di adattarci con successo al cambiamento dentro di noi e attorno a noi.

Quando le persone hanno la sensazione di non essere viste, non valutate, di non portare nessun contributo, che i loro contributi non sono riconosciuti, che possono essere facilmente rimpiazzate e che realmente non appartengono a quel posto, la loro performance riflette questo sentimento.

E ovviamente cala, il clima organizzativo peggiora, la salute organizzativa (come illustrato in questo articolo del blog di Accademix) ne risente, aumenta il burn out e l'assenteismo.

I talenti si allontano fuggendo da un contesto del genere, e considerato che nel mercato del lavoro sono preziosi, appetibili e altamente richiesti saranno presto parte di altra azienda

…forse addirittura un competitor!

Invece, quando le persone si sentono sponsorizzate positivamente, si sentono presenti, motivate, leali, creative, e daranno quindi risultati al di là delle aspettative.

Per il leader coach (il manager o il titolare) diventa quindi importante comprendere il clima organizzativo e mettere in pratica azioni di miglioramento.

Noi del network Accademix siamo un valido alleato per migliorare l'ambiente di lavoro tramite un mix di strumenti e competenze, quali la formazione al coaching (trasferendo al manager coach o all'imprenditore le tecniche di coaching), sessioni di coaching individuale dedicati ai talenti, e tool di gamification, selezionati sulla base delle esigenze aziendali, per rendere il clima di lavoro motivante, sfidante e piacevole, e quindi ottenere il risultato di attrarre e mantenere i Talenti all'interno dell'organizzazione.

Contattaci da questo link per analizzare quali soluzioni sono adatte alla tua azienda

Il Leader Coach: Il Manager e l’imprenditore come ...
Analisi SWOT: Come il Business Coaching incontra l...

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.accademix.it/