Lumen Hero: i progressi. Voce ai Guerrieri SM

guerriero-della-luce

Vi abbiamo già parlato in autunno 2020 del progetto sociale innovativo di gamification Lumen Hero, coordinato dalla collega Claudia Minozziraccontandovi le origini.

Il progetto unisce due cause, una per il benessere delle persone con Sclerosi Multipla, e l'altra a sostegno di un territorio confiscato alla camorra, un modello gloCale per generare impatto positivo sulle comunità.

L'innovazione di questo progetto è davvero originale, tanto che Lumen Hero ha vinto un bando per i progetti sociali su oltre 120 candidature. Il bando però richiedeva una fase di funding mix, con una raccolta fondi online dalla Rete, per poter accedere ai finanziamenti dello sponsor BPER Banca. Come responsabile marketing e comunicazione di Accademix, ho chiesto a Claudia come sta andando con Lumen Hero.

Ciao Claudia, a fine settembre ci hai raccontato del progetto sociale innovativo Lumen Hero mentre era ancora in crowdfunding, campagna di raccolta fondi online. Come è andata?

Ciao Alessandro, è andata bene! Non è stato facile raggiungere l'obiettivo della raccolta, ma ce l'abbiamo fatta, anzi lo abbiamo anche superato grazie ai nostri sostenitori.  Lumen hero è iniziato!

Benissimo! E da quando è terminata la raccolta cosa avete fatto? quali sono stati i progressi?

Abbiamo acquistato spazio illimitato per il software di Infinity Mundi e per la creazione del libro game digitale interattivo.

Inoltre abbiamo creato e consegnato molte ricompense per i nostri donatori:

  • cartoline digitali composte dalla nostra volontaria Sabrina Campus 
  • badge medaglie virtuali per ogni tipologia di ricompensa,
  • un gioco stampabile creato da due professionisti autori di giochi da tavolo (Marco Valtriani e Francesco Giovo, autori del famoso boardgame Vudù),
  • una escape room ibrida (gioco in parte digitale online e in parte stampabile) composta dagli stessi game designer autori della futura app Dario Massarenti e Matteo Salussolia, con la mia partecipazione ai testi della escape prequel di Lumen Hero,
  • attestati di adozione simbolica a distanza di alberi di ulivo (sul modello di Treedom) e fotografie con i cartelli nella location della collina confiscata alla camorra,
  • abbiamo iniziato a realizzare le bozze degli ebook, che saranno consegnati nei prossimi mesi: il più importante "Storie di Vita e storie di Scienza" include le interviste a persone con SM. È la ricompensa per i nostri donatori e contenuto divulgativo gratuito per i Lions Club (organizzazione filantropica nostra grande sostenitrice). 

Fabio Manis, social media manager e conduttore radio, membro del nostro team, ha già iniziato a raccogliere le testimonianze.

A proposito delle persone con Sclerosi Multipla, i principali benificiari del progetto, cosa state facendo?

Stiamo coinvolgendo le persone con SM in attività online di FOCUS GROUP creativo, per co-progettare insieme il librogame in tutti i suoi aspetti artistici (musiche, illustrazioni, colori, parole chiave, ecc.) e di usability (font-carattere, lunghezza, durata, ecc.).

Il risultato finale sarà in base alle loro preferenze. I partecipanti volontari finora coinvolti sono tutti maggiorenni, in prevalenza donne. Ringrazio AISM Latina e AISM Roma che ci stanno aiutando molto nella diffusione!

Conduco personalmente i focus group, spesso insieme al game designer Matteo: questa per me è la fase più entusiasmante, i focus group oltre ad essere utili per lo sviluppo della app sono anche occasioni di incontro con giovani di straordinaria bellezza interiore, e momenti di socializzazione per le persone con SM, che in gran parte non si conoscevano prima tra di loro. Uno degli obiettivi del progetto è proprio incentivare la socializzazione, e lo stiamo già facendo!

I feedback ricevuti dopo gli incontri sono totalmente positivi: l'esperienza è stata commentata come piacevole e coinvolgente.

Io trovo meraviglioso sentirli scambiarsi i complimenti su come affrontano la SM: sono veri guerrieri!

Il progetto procede senza ostacoli oppure state incontrando qualche difficoltà?

Qualche ostacolo burocratico iniziale ha rallentato i lavori, ma stiamo recuperando.

Attualmente stiamo incotrando alcune difficoltà a contattare le associazioni dedicate alle persone con Sclerosi Multipla nella zona della location: abbiamo scritto ufficialmente ad AISM Campania, AISM Caserta, AISM Salerno, AISM Avellino e AISM Benevento senza alcuna risposta. Solo AISM Napoli ci ha risposto e ci stiamo organizzando per i focus group ... attualmente le associazioni sono in smart working e non è semplice rintracciarle telefonicamente.

Ci auguriamo di avere maggiore successo nelle prossime settimane: in ogni caso, altre sezioni AISM sono in contatto con noi.

Abbiamo svolto un incontro online con AISM Parma chiedendo al presidente di concederci un'intervista per l'ebook, 

AISM Latina ci sta già aiutando ad incontrare online alcuni volontari, così come AISM Viterbo e pure AISM Roma ha gradito molto il progetto, ci sta sostenendo con entusiasmo e ci sono già stati volontari negli incontri online e ci hanno concesso interviste.

Non ci fermiamo comunque davanti agli ostacoli, ne abbiamo già incontrati, e superati.

Bisogna infatti ammettere che Lumen Hero è partito con grosse difficoltà: abbiamo vinto il bando BPER il 31 luglio, obbligatoriamente la fase di pre-campagna per informare dell'esistenza del progetto è stata svolta in agosto, con lancio della raccolta fondi il 1 settembre perchè richiesto dal bando stesso e... come potrai immaginare in estate l'attenzione era rivolta altrove, in un anno poi come quello appena passato che è stato incredibilmente duro per tutti!

All'inizio non avevamo una community numerosa, il nostro è un progetto nuovo e inoltre è molto articolato, complesso da raccontare in due parole: i primi giorni di raccolta fondi sono stati notevolmente sotto alle aspettative, e la raccolta era fondamentale per poter realizzare Lumen Hero.

Eppure grazie alla generosità di molte persone, alcuni imprenditori come RAVEN DISTRIBUTION e una rete dei Lions Club della zona di Parma, non solo abbiamo raccolto quanto necessario secondo i requisiti del bando (vincolo del co-finanziamento del 25% del capitale di avvio), ma abbiamo ottenuto un risultato che mi rende molto felice, il record di community fra tutti i vincitori del bando BPER Banca "Il futuro a portata di mano", di questa e delle passate edizioni: 121 sostenitori

Considera che questo tipo di crowdfunding donation raramente raggiunge quota 50 sostenitori, noi più del doppio, secondo me è un indicatore che alla fine il progetto è stato compreso e apprezzato con entusiasmo.

E questo entusiasmo ci guida a portare avanti i lavori con grande energia!

Ottimo Claudia, grazie! ti auguriamo buon lavoro e tienici aggiornati sui progessi del progetto di gamification Lumen Hero: se i nostri lettori vogliono approfondire quali benefici può portare la gamification anche in ambito aziendale, il team di Accademix è a disposizione per una call personalizzata gratuita.

HeSHEWe: Pari opportunità per la sostenibilità soc...
LUMEN HERO: le origini! Come tutto è iniziato

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.accademix.it/