LUMEN HERO: le origini! Come tutto è iniziato

Eroe-della-Luce

Lumen Hero è un progetto innovativo sociale ora in raccolta fondi su Produzioni dal Basso, la più importante piattaforma italiana di crowdfunding. Un videogame e un torneo dal vivo per attivare una buona prassi per i giovani con Sclerosi Multipla. Come nasce questa idea?

 

In quanto responsabile Marketing di Accademix, ho intervistato la collega, dott.ssa Claudia Minozzi, progettista e project manager di Lumen Hero, Business & life coach ICF, consulente di gamification e co-founder di Accademix, per farci spiegare qualcosa di più su questo interessante progetto.

Ciao Claudia, ci racconti cosa è Lumen Hero?

Lumen Hero è un progetto innovativo sociale ora in raccolta fondi su Produzioni dal Basso, la più importante piattaforma italiana di crowdfunding. Il progetto è pensato per i giovani con Sclerosi Multipla, una malattia degenerativa che colpisce più di 120,000 persone in Italia e 2 milioni nel mondo. Tramite la gamification vogliamo incentivare una buona prassi, fare passeggiate all'aperto, perchè la luce solare moderata attiva la Vitamina D, utile per la salute delle ossa e per allontanare il rischio di ricadute. Inoltre ha un effetto positivo sull'umore. Attraverso un gioco digital e un torneo dal vivo i giovani con SM avranno occasione di socializzare e sentirsi parte di una comunità per sostenersi l'un l'altro. Lumen Hero significa Eroe della Luce. Vogliamo mandare un messaggio di forza e coraggio per affrontare la battaglia contro la Sclerosi Multipla.

Come nasce l'idea di Lumen Hero?

L'ispirazione per Lumen Hero nasce da Lumen Alliance, di cui vi abbiamo parlato qui

In occasione della Hackaton della Milano Digital Week, a maggio, io insieme a Dario Massarenti, Matteo Salussolia, David Guerra e Tommaso Borsi (laureando in medicina) abbiamo partecipato alla call lanciata da Novartis. La casa farmaceutica chiedeva di trovare soluzioni innovative per il monitoraggio a distanza dei sintomi di chi vive con la Sclerosi Multipla nella fase remittente recidivante, cioè una fase in cui la malattia non è acuta ma c'è sempre il rischio di ricadute. Abbiamo proposto una soluzione di gamification molto ambiziosa con geocatching, non abbiamo vinto la call perchè sono stati preferiti progetti in stadio più avanzato, il nostro era appena nato. Però con la call, ho conosciuto varie persone con SM che ci hanno aiutato a co-progettare la gamification tramite un sondaggio, e hanno apprezzato tantissimo la nostra idea!

Mi sono sentita in dovere di non deluderle e quindi di non abbandonare l'idea e riformulare il progetto, per renderlo più fattibile ma sempre efficace ed entusiasmante.

Qualche mese dopo tramite il giornalista Domenico Letizia, che si occupa dello sviluppo del nostro Sud, ho parlato con Gennaro della cooperativa sociale New Server: la coop (un'organizzazione simile ad una ONLUS) gestisce un terreno confiscato alla camorra, e tiene laboratori didattici ed eventi su una collina all'interno del parco naturale di Roccamonfina. Desideravano sviluppare progetti nuovi, sempre dedicati ai giovani, sperimentando strade diverse per crescere in un territorio difficile, in una situazione resa ancor più ardua dall'emergenza Covid che ha costretto a cancellare eventi e laboratori con le Scuole. La collina panoramica all'interno di un parco verde con cascate e tanti alberi è una location perfetta per momenti di aggregazione.

Così abbiamo unito due cause e fuso gli intenti: il benessere delle persone con Sclerosi multipla, e la valorizzazione di un territorio confiscato alle mafie. Il progetto quindi si è evoluto per dare energia a chi vive con una seria malattia e chi vive in una società ostile: entrambi sono eroi moderni. Perciò Lumen si è trasformato in una gamification phygital, cioè in parte digitale e in parte gioco fisico dal vivo.

Abbiamo presentato il nuovo progetto al bando lanciato da BPER proprio l'ultimo giorno della call... e abbiamo vinto!

Come si può aiutare Lumen Hero?

Stiamo cercando sostenitori per dare vita a questa proposta, che è stata già ritenuta meritevole da BPER Banca nell'ambito del bando "Il futuro a portata di mano".

Alla call hanno partecipato 120 progetti e ne sono stati selezionati solo 5: Lumen Hero ha vinto l'opportunità di ricevere un co-finanziamento a condizione che i donatori (privati, associazioni, aziende, organizzazioni) ci aiutino a raggiungere il 25% della quota di avvio del progetto. Se riusciamo a raccogliere 3,750 euro entro il 15 ottobre, BPER Banca donerà il restante 75% del capitale di 15,000 che occorre per dare il via al Lumen Hero. Ad oggi siamo al 40% dell'obiettivo minimo.

È una splendida opportunità per un progetto davvero innovativo: già Lumen Hero ha ricevuto sostegno da aziende produttrici di eccellenze locali (come le Fattorie Montane) e l'attenzione di alcuni imprenditori nella città di Vienna, abbiamo un donatore dalla Svizzera, e anche l'organizzazione internazionale Lions Club si sta iniziando ad interessare a Lumen Hero (in particolare il club di Montechiarugolo Parma). Con i Lions Club abbiamo in comune la stessa Volontà di fare del Bene al Servizio degli altri, desideriamo migliorare le comunità con Spirito di lealtà e solidarietà.

Cosa intendete fare con la raccolta fondi?

Fare gamification per i giovani con SM e valorizzare il territorio.

Più nel dettaglio, gli obiettivi sono: Creare un libro game in formato app. Componiamo un videogioco originale, grafica e illustrazioni, e un racconto in cui sarai un viaggiatore del tempo che vive in un futuro cupo, senza luce né vegetazione. La tua missione sarà salvare il mondo, catturare più luce possibile e rintracciare alberi e piante da riportare nel lontano futuro. Per giocare basterà scaricare l'app gratuita.

Il software che utilizzeremo è di proprietà di Infinity Mundi, una casa editrice di libri game in formato elettronico interattivo: la app consente la risoluzione di indovinelli, combattimenti con il lancio di dadi, combinazioni con codici da inserire per sbloccare i paragrafi della storia, badge e inventari di oggetti, punteggi che cambiano in base alle azioni del giocatore/lettore. Non solo un racconto quindi, ma una vera e propria esperienza di gioco immersiva.

Oltre al librogame, vogliamo creare anche contenuti di engagment e informativi: una escape room da tavolo, un formato misto tra analogico (stampabile) e digitale: alcuni contenuti saranno online. Una escape room è un gioco investigativo dove risolvere indovinelli e rompicapo: un timer scandisce il tempo per riuscire a risolvere tutto. Meno tempo impieghi ad arrivare alla soluzione e più punti farai. Anche per la Escape room la tematica sarà il Viaggio nel tempo. Infatti questo elemento ludico è inserito nella raccolta fondi come regalo in omaggio ai donatori che scelgono la donazione dal titolo "Viaggiatore del Tempo". Stiamo chiedendo ad una casa editrice specializzata in giochi da tavolo un aiuto per immagini e grafica, il risultato sarà professionale e sorprendente!

Il contenuto informativo è un ebook sulla Sclerosi multipla: raccoglie storie di vita delle persone con SM, ricercatori, medici, studiosi, oltre ad una bibliografia sulla patologia e sul fattore Vitamina D.

La parte ludica introduce all'esperienza dal vivo: vogliamo organizzare e svolgere visite guidate per i giovani con SM sulla collina di Monte Ofelio nel parco di Roccamonfina, per incentivare l'esposizione alla luce del Sole e le attività all'aria aperta. Qui misureremo l'impatto sociale. Ci auguriamo arrivino persone da tutta Italia.

Dal vivo ci sarà il torneo con un REGOLAMENTO scritto dagli stessi gamedesigner della app, specialisti del settore game: nulla sarà improvvisato né lasciato al caso, vogliamo curare ogni dettaglio con chi ha specifiche competenze (uno degli autori possiede un Master universitario in game design, è una materia seria di specializzazione!).

Per partecipare al Torneo è necessario prima leggere il nostro LibroGame. Durante il racconto verranno nominati alcuni alberi e piante, da ricercare nella realtà: nella location troverai anche dei "Totem", dei posti particolari segnalati dal gioco che ti daranno la possibilità di totalizzare molti punti. Chi accumula più punti sarà incoronato vincitore del gioco, riceve il titolo e trofeo Eroe della Luce: LUMEN HERO.

Progetto fantastico! Non resta quindi che sostenerlo cliccando qui:

Hackaton SDG: la gamification luminosa per la Scle...

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to https://www.accademix.it/